-A A +A
Mercoledí
26 Aprile 2017

Insula Fulcheria

Redazione della rivista Insula Fulcheria
Insula Fulcheria è la pubblicazione annuale del Museo Civico di Crema e del Cremasco. Dal 1962, la rivista raccoglie gli studi riguardanti la storia, l'archeologia e la storia dell'arte della città e del territorio cremasco .
 
Negli ultimi anni, i temi affrontati nella rivista si sono estesi alle problematiche scientifiche ed antropologiche attuali (identità, ambiente, intercultura), presentate nel volume monografico, mentre la ricerca di tipo più tradizionale (archeologia, storia dell’arte, archivistica) ha continuato ad essere ospitata nel volume miscellaneo Storia, Saggi, Ricerche. Un settore specifico della rivista è dedicato alla pubblicazione di tesi di laurea attinenti ad argomenti locali.
 
La realizzazione della rivista è promossa dal Museo. Dal 2003 Insula Fulcheria è diretta da Don Marco Lunghi, con la collaborazione di numerosi volontari.
 
Questa è ormai una foto in qualche modo "storica": in questi oltre 10 anni di attività la redazione è in parte cambiata ed è attualmente (2016) composta da Marco Lunghi (direttore), Walter Venchiarutti (vice direttore), Elena Benzi, Franco Bianchessi, Piero Carelli, Mario Cassi, Giovanni Giora, Roberto Knobloch, Antonio Pavesi, Alvaro Stella e Paola Venturelli.
 
 

 
Insula Fulcheria c/o Museo Civico di Crema e del Cremasco
Piazza Terni de Gregory, 26013 Crema (CR)
telefono: 320 - 4358087
e-mail: infulcheria.museo@comune.crema.cr.it
          

l'orario della redazione è:
dal martedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00
      

 
 
 
 

 

La rivista online

Quest'anno la direzione e la redazione hanno deciso di rendere disponibile, in formato PDF tutti i testi pubblicati sulla rivista dal 1962, anno di nascita della stessa, al 2014.
 
Sotto la voce "Indici ed Articoli" (1962-2014) troverete il collegamento con gli articoli stessi.
 
I saggi sono catalogati per annata, numero, autore titolo ed argomento e sono scaricabili e stampabili senza alcuna restrizione.
 
Anche se, noi per primi, ci rendiamo conto dei limiti dell' attuale organizzazione del materiale, pensiamo che il nostro lavoro sia comunque un passo importante: mettiamo a disposizioni di tutti gli studi apparsi sulla rivista in ben 50 anni.
 
Per il futuro ci proponiamo comunque di realizzare anche degli indici più dettagliati e specifici (ad es. un indice tematico ed uno toponomastico) e, possibilmente, uno spazio interattivo che consenta un dialogo tra la rivista e i lettori e gli autori.
 
Anche sotto le altre voci esistenti e future che verranno inserite troverete il link relativo PDF.