-A A +A
Lunedí
27 Marzo 2017

INIZIATIVE SEGNALATE

 

 

                                                COMUNE DI CREMA                                           
       Assessorato alla Cultura
       Biblioteca comunale

      Via Civerchi, 9
 

 

 

I Giovedì della Biblioteca di Crema

 

Mese di MARZO 2017

 

 

Giovedì 2 MARZO 2017 ore 21

 

 

Gino Marchitelli

presenta

Il segreto di piazza Napoli

 

presenterà Beppe Bettenzoli

 

 

 

Durante una tempesta di neve a Mondondone, un paesino dell’Oltrepò Pavese, in una vecchia stalla abbandonata, viene assassinato un ragazzo, Fabio, appena rientrato in paese dopo aver scontato più di due anni di pena in carico ai servizi sociali a Milano. Clara, la nonna paterna con cui il ragazzo era appena tornato a vivere, è convinta che l’uccisione sia legata al suo coinvolgimento in un vecchio episodio di stupro di gruppo, finito tragicamente, ai danni di una giovane studentessa del posto, e molto amica del nipote. Una vicenda abilmente insabbiata e direzionata da potenti personalità e politici legati all’alta borghesia milanese che erano riusciti a far assolvere il “branco”. Salvatore Maraldo, detto Totò, intelligente ex brigadiere dei carabinieri, amante delle canzoni di Francesco Guccini, da poco in pensione e sposato con Noris, tenterà di dare risposta alle molteplici domande legate alla morte di Fabio conducendo una illegale, quanto pericolosa, indagine parallela a quella della magistratura. Si muoverà tra Milano e l’Oltrepò Pavese, fino ad arrivare a un clamoroso colpo di scena finale destinato a rompere tutte le Certezze di una Milano borghese.

 


 

Giovedì 9 Marzo 2017 ore 21

 

Annalisa Strada

presenta

Io, Emanuela
agente della scorta di Paolo Borsellino


durante la serata verranno letti alcuni brani del libro ed alcuni tratti da “La Paranza dei Bambini” di Roberto Saviano 

 

Emanuela Loi non ha neanche vent’anni quando sua sorella la convince a tentare il concorso per entrare in polizia. È un percorso che la fa crescere in fretta, lontano dalla sua terra, dai suoi affetti, soprattutto quando, a Palermo, viene assegnata al servizio scorte di Paolo Borsellino. Sono anni bui per la città, che è sede del maxiprocesso contro Cosa Nostra e bersaglio facile della mafia, che colpisce chi, la mafia, cerca di combatterla. Emanuela ha paura, ma il suo senso del dovere, che da sempre la accompagna, non la fa desistere.

Fino alla fine.

Annalisa Strada si è occupata per anni di servizi editoriali, per poi dedicarsi alla narrativa per ragazzi e, quasi contemporaneamente, all’insegnamento come docente di lettere nella scuola secondaria di primo grado.

Ha pubblicato oltre trenta titoli, tra i quali: “Fino all’ultima mosca” (Ed. San Paolo, Premio Gigante delle Langhe), “I mestieri di papà” (Salani), “La Bella Addormentata è un tipo sveglio” (Piemme), “Evviva la Costituzione” (Gabrielli), “1861 Un’avventura Italiana” (Ed. Paoline, Premio Giovanni Arpino).

 

In occasione dell'incontro verrà presentato il nuovo Scaffale della Legalità che il presidio LIbera di Crema

 


 

Giovedì 16 Marzo 2017 ore 21

Michele Cremonini Bianchi

presenta

UCCIDI ANCHE ME

 

 

Michele Cremonini Bianchi nasce e vive a Cremona, dove gestisce la Compagnia Teatrale AnubiSquaw per la quale è autore dei testi rappresentati (oltre 25) e regista. Ha pubblicato e distribuito in proprio un romanzo dal titolo “Quando l’Anticristo passò da Val Legrund”. Ha inoltre scritto la sceneggiatura per il film “Tempo (S)caduto – omicidio in casa AnubiSquaw”, anche questo autoprodotto e autodistribuito.

Immagina: la tua vita tranquilla di tutti i giorni viene turbata da una catena di piccoli eventi fastidiosi che partono da un sms anonimo. Vieni aggredito da mille domande insidiose. E poi accade un omicidio che forse ti riguarda.

D’improvviso ti senti in pericolo. E scopri che non ti puoi fidare nemmeno dell’ispettore di Polizia che dovrebbe proteggerti. La tua vita non è più la stessa, ti senti topo al cospetto del gatto: c’è un’ombra nascosta nell’ombra che tiene in ostaggio le tue sicurezze.

Immagina. Ci riesci? No, perché non puoi sapere quale sarà la prossima mossa del killer.

 

 


 

 

Giovedì 23 Marzo 2017 ore 21

 

Cinzia Vianini

presenta

La collina dei cipressi

La collina dei cipressi ” di Cinzia Vianini
Si potrebbe definire un romanzo breve di Storia Fantasia Avventura. Nell’estate duemiladieci Gianni, un ragazzo di sedici anni, in seguito alla morte della giovane madre, vive forti incomprensioni con il padre. Decide così di vivere per un anno a Fiesole, da nonno Alfonso. L’uomo gli dona una statuetta d’argilla scoperta per caso presso la collina che domina la proprietà. Grazie ad essa il giovane compirà un viaggio magico che lo porterà nel passato, precisamente, nell’Antica Etruria. E’ il periodo in cui la classe aristocratica dei Principi Guerrieri sta portando la città di Populonia in espansione, soprattutto nella lavorazione e commercio dei metalli. E’ una sete di potere che porta però a distruggere la natura e l’economia dei territori circostanti, così Gianni dovrà aiutare un sacerdote a fermare il dilagare di morte e miseria…..
l’ispirazione per questo romanzo è arrivata grazie ad un’interessante visita guidata presso il museo etrusco di Villa Giulia a Roma nel giugno del 2010.
Cinzia Vianini è nata il 06-11-1968 a Soresina (Cr). Appassionata di lettura e scrittura fin da bambina inizia, nel 2005, a scrivere racconti di fantasia (La fontana del giglio). Nel 2010 con Ed. Gruppo Albatros pubblica “Il segreto del ciondolo magico” nella sezione Nuove Voci_Fabulae. A settembre 2013 conclude il corso di scrittura on line tenuto da Moony Witcher con il romanzo fantasy “Il ritorno del pettirosso” (scaricabile dal sito). Iscritta all’associazione culturale “Castrum Soncini” saltuariamente svolge animazione didattica presso il borgo medioevale di Soncino (Cr) e l’antica abbazia di abbadia cerreto (lodi).
  Sulla pagina Facebook “L’Arte dello Scrivere” sono in visione simpatiche mini storie settimanali intitolate: AVVENTURE DI UNA MAF( Mamand furious).

 


 

Giovedì 30 Marzo 2017 ore 21

 

IRMA KURTI

presenta

SENZA PATRIA

 

 

Con un linguaggio semplice e lineare, la poetessa Irma Kurti ci offre ancora una volta una babele di sensazioni attraverso il suo flusso di coscienza, una sorta di diario in versi che apre le porte della riflessione a temi intimi ed esistenziali. La silloge si compone di due parti, che segnano il passaggio da una visione più generica e caleidoscopica della vita all’affetto per i propri cari.

Irma Kurti arriva dritta al cuore del lettore, scardinando come sempre l’idea che la poesia sia uno strumento per pochi eletti, perché le forme narrative infarcite di fronzoli e artifici letterari non appartengono affatto ai suoi stilemi. E’ allora l’emozione stessa a prendere parola attraverso un ricordo, un’immagine, un pensiero, descritti in maniera così puntuale da consentire a chi legge di entrare in punta di piedi nella vita dell’autrice, pur continuando ad indossare i propri panni.” (Grazia Pia Licheri)

Irma Kurti è una poetessa e scrittrice di origine albanese. Sin da piccola ha scritto poesie. Nel 1980 viene omaggiata con il primo premio nazionale in occasione del 35° anniversario della rivista “Pionieri”. Nel 1989 ottiene il secondo premio al Concorso Nazionale organizzato da Radio Tirana in occasione del 45° anniversario della liberazione dell’Albania.

I suoi libri sono stati tradotti in lingua inglese, francese, spagnola e tedesca.

Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti letterari in Italia e nella Svizzera Italiana.

Le è stato conferito il Premio Internazionale “Universum Donna” IX Edizione – 2013 per la Letteratura e la nomina a vita di “Ambasciatrice di Pace” dall’Università della Pace della Svizzera Italiana.

Irma Kurti ha pubblicato quattordici libri in lingua albanese e nove in lingua italiana.

 

 

Data: 
Mar, 24/01/2017
Pubblicato da: 
Biblioteca